- Kaspar Capparoni

Kaspar Capparoni - Dopo aver esordito, all'età di 18 anni, in teatro grazie a Giuseppe Patroni Griffi, nel 1984 è nel cast del film Phenomena, diretto da Dario Argento, a cui fanno seguito: Colpi di luce (1985), regia di Enzo G. Castellari, Gialloparma (1999), regia di Alberto Bevilacqua, Encantado (2002), diretto da Corrado Colombo, Il ritorno del Monnezza (2005), diretto da Carlo Vanzina, Two Families e Il sole nero quest'ultimo con Valeria Golino, entrambi del 2007.

Lavora anche in varie fiction tv, tra cui ricordiamo: la soap opera Ricominciare (2000), la miniserie tv Piccolo mondo antico, le serie tv Incantesimo 4 (2001) ed Elisa di Rivombrosa (2003), La caccia (2005), miniserie diretta da Massimo Spano, in cui è l'antagonista di Alessio Boni, e la serie Capri (2006), quest'ultima serie di notevole successo.

Nel 2007 è protagonista della miniserie Donna Detective, regia di Cinzia TH Torrini, e l'anno successivo di Rex, regia di Marco Serafini, e della serie Capri 2, regia di Andrea Barzini e Giorgio Molteni.

Nel 2009 torna sul piccolo schermo con la seconda stagione italiana di Rex e con il film tv di Canale 5, Al di là del lago, regia di Stefano Reali.

altro ...

Sono nato a Roma il 1° Agosto 1964, alle dieci e mezza di un mattino caldissimo: sarà per questo che i miei genitori mi hanno portato da subito e sempre in montagna, a Sesto nelle dolomiti, dove tuttora vado per lo meno una settimana all'anno per ritemprarmi e praticare gli sport che amo (free climbing, parapendio, sci, alpinismo).

Ero un bambino precoce ma anche molto buono e grande amante degli animali; un "bambino d'oro", dicevano gli amici dei miei genitori!

Non so cosa possa essere accaduto dopo, ma il mio carattere andava diventando sempre piu' vivace e ribelle.
A scuola, già dagli anni del ginnasio, ero diventato la disperazione dei professori, soprattutto di latino e greco: in classe ero attento ma a casa non studiavo mai; non mi piaceva e in più avevo un alibi di ferro con i miei: facevo nuoto a livello agonistico, quindi avevo realmente poco tempo per fare bene tutto!

Intanto si stava delineando in me quello che sarebbe diventato col tempo il mio lavoro: non il medico come mio padre e gran parte della mia famiglia, ma il mondo dello spettacolo!
Avevo iniziato anche - come se non bastasse già studiare e fare nuoto - a lavorare come modello per la moda e la pubblicità. La mia agenzia mi propose per un piccolo ruolo nel film Phenomena di Dario Argento.
Era quella la mia via: lo spettacolo!

Mi iscrissi alla scuola di recitazione del teatro Argentina e - fortunato! - non arrivai alla fine del III° anno che già lavoravo: durante il saggio finale del II° anno Giuseppe Patroni Griffi mi vide recitare e mi propose di iniziare subito a lavorare; ricordo ancora che mi disse: perché tutti i ragazzi pensano solo a fare il cinema? Impara a fare questo mestiere sul serio, imparalo facendo teatro: sarà una vita dura ma ce la potrai fare!

E cominciò così...

Post popolari in questo blog

Geraldina Colotti

Ivo Scaringi

Christian Corda