- Gianni Amelio

Gianni Amelio - Regista (n. S. Pietro, Magisano, 1945); dopo aver esordito con La città del sole (1973), libera biografia del filosofo T. Campanella, si è affermato come uno degli autori italiani più interessanti con Il piccolo Archimede (1979), tratto dal racconto omonimo di A. Huxley, e soprattutto con Colpire al cuore (1982), rivelatrice lettura del terrorismo. Nei film seguenti, I ragazzi di via Panisperna (1989); Porte aperte (1990); Ladro di bambini (1992), particolarmente rilevante appare il rapporto fra figure paterne e filiali. Nel 1994 ha diretto Lamerica, opera in cui ha confermato uno stile scarno, dal taglio semidocumentaristico, di particolare efficacia nell'invenzione di un viaggio all'interno di un paese in macerie (l'Albania del 1991). Con il successivo Così ridevano (1998), opera ambientata a Torino tra il 1958 e il 1964, ha intrecciato storia e memoria privata nella rappresentazione di una vicenda d'immigrazione. Nel 2004 ha diretto Le chiavi di casa, storia del rapporto tra un giovane padre e un figlio quindicenne disabile liberamente ispirato al romanzo Nati due volte di Giuseppe Pontigia. Per il suo film La stella che non c'è (2006) A. si è ispirato al romanzo di Ermanno Rea La dismissione. Il film è stato presentato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia 2006.

Post popolari in questo blog

Geraldina Colotti

Ivo Scaringi

Christian Corda