Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2009

Franca Zoccoli

Storica dell’arte laureata e specializzata all’università di Roma (dove risiede), ha proseguito gli studi alla Columbia University di New York.

Per 25 anni è stata critico d’arte del quotidiano “Il resto del Carlino”.

Attualmente collabora a quotidiani nazionali e riviste specializzate. Molte le pubblicazioni dedicate alle arti sperimentali italiane nel periodo fra le due guerre e soprattutto alle futuriste, argomenti sui quali ha tenuto conferenze e lezioni in vari paesi.

- Ignazio Fresu

Ignazio Fresu è nato a Cagliari nel 1957.

Nel 1975 si è trasferito a Firenze per frequentare l’Accademia di Belle Arti. E’ in questa città che ha avuto inizio la sua carriera artistica. Da anni vive e lavora a Prato. La sua attività espositiva è molto intensa e si svolge in Italia e in varie nazioni estere.

Per realizzare le sue opere Fresu prevalentemente si serve di scarti delle lavorazioni industriali e di residui delle attività di consumo; ciò al fine di testimoniare sia lo spreco che la civiltà moderna, guidata soltanto dalla logica del profitto, produce inutilmente; sia la possibilità di creare da quelle montagne di rifiuti un mondo nuovo.

Le sue creazioni nascono da lamiere di metallo, da tubi, da residui industriali che vengono trattati con tecniche particolari e sottoposti a processi di ossidazione. Tra le molte esposizioni a cui Ignazio Fresu ha partecipato in Italia e all’estero è degna di particolare menziore RE-ART One, mostra itinerante dedicata all’ambiente. Il pensiero d…

Andrea B. Nardi

(1963) Romanziere, saggista, giornalista. Ha pubblicato recentemente il romanzo storico Ecce Deus (Robin Edizioni), il saggio teologico Altri dèi (Eumeswil Edizioni), la graphic-novel Quattro giorni per non morire (Transeuropa Edizioni), e di prossima uscita il romanzo Il silenzio di Dio (Fanucci Editore). Di formazione universitaria filosofica e giuridica, ABN si è poi negli anni interessato di arte e di storia, diventando così da un lato corrispondente della rivista d’arte Arte In di cui cura le recensioni critiche, pubblicando anche alcuni studi per cataloghi d’arte, e dall’altro appassionandosi di geopolitica e di politica internazionale. Suoi sono gli articoli e servizi giornalistici per conto della rivista on-line L’Occidentale (Fondazione Magna Carta) incentrati principalmente su islam, terrorismo, teatri di guerra, Medio Oriente. Si definisce Neocon, filo-Usa, filo-Israele, pro global, pro nucleare, pro Ogm, anti teocratico, ma in realtà le sue concezioni politiche ed etiche p…

Christian Corda

Profilo di Christian Corda, Ricercatore in Cosmologia, Astrofisica e
Gravitazione

Nato a Nuoro il 03/07/1969, residente a Pisa in via Bonaini 93, domiciliato a Prato in via Buozzi 47.

Sposato con Maria Nasti.

contatta per email Christian Corda

Educazione:

1987: Maturità Scientifica al Liceo Scientifico Enrico Fermi di Nuoro

2001: Laurea vecchio ordinamento in Fisica all’Università di Pisa

2003: Laurea Specialistica in Scienze Fisiche all’Università di Pisa

2003 - 2007: Dottorato di Ricerca in Fisica (specializzazione in
Astrofisica, Gravitazione e Cosmologia, presso la Scuola Galilei del
Dipartimento di Fisica dell’Università di Pisa), Tesi discussa il 3
Novembre 2008

Attivita Scientifica (Ricerca, Insegnamento, Attività Editoriali per
giornali specialisti internazionali ed organizzazioni di Conferenze
Internazionali)

2003 – 2007: Associazione con l’Istituto Nazionale di Fisica
Nucleare (INFN) presso la Sezione di Pisa

2003 – 2007: Divulgatore Scientifico Ufficiale per il Progetto Virgo
con olt…

- Armando Cossutta

Armando Cossutta - Uomo politico italiano (n. Milano 1926). Dopo aver aderito clandestinamente al PCI nel 1943, partecipò alla Resistenza combattendo nelle brigate Garibaldi. Nel dopoguerra svolse numerosi incarichi in seno al partito e fece parte della Direzione nazionale dal 1959 al 1986. Contrario allo "strappo" dalle radici e dalla tradizione comuniste, alla fine degli anni Ottanta si schierò contro lo scioglimento del partito e nel corso del XX Congresso del PCI (febbr. 1991) si oppose alla nascita del Partito democratico della sinistra, promuovendo successivamente la formazione del Partito della rifondazione comunista di cui fu presidente dal 1992 al 1998. Nell'ottobre 1998, non condividendo la decisione espressa dalla maggioranza del PRC di bocciare la manovra finanziaria e ritirare la fiducia al governo Prodi, C. si dimise dalla presidenza e, dopo essere uscito dal partito, fu tra i fondatori del Partito dei comunisti italiani, di cui fu eletto presidente (carica…

- Piero Gilardi

Piero Gilardi nasce a Torino il 3 agosto 1942. Gilardi è un pioniere delle esperienze di arte tecnologica, multimediale ed interattiva in Italia, sin dagli anni Sessanta. Nel 1963, realizza la sua prima mostra personale "Macchine per il futuro". Due anni più tardi realizza le prime opere in poliuretano espanso ed espone a Parigi, Bruxelles, Colonia, Amburgo, Amsterdam e New York. A partire dal 1968 interrompe la produzione di opere per partecipare all'elaborazione tecnica delle nuove tendenze artistiche della fine degli anni '60: Arte Povera, Land Art, Antiform Art. Collabora alla realizzazione delle due prime rassegne internazionali delle nuove tendenze allo Stedelijk Museum di Amsterdam e alla Kunsthalle di Berna. Nel 1969, comincia una lunga esperienza transculturale diretta all'analisi teorica e alla pratica della congiunzione "Arte Vita". Negli anni Settanta si dedica all’uso terapeutico dell’arte nel disagio mentale. Come militante politico e anim…

- Redgrave Vanessa

Redgrave Vanessa - Attrice cinematografica e teatrale inglese (n. Londra 1937). Interprete dal volto scarno, R. ha sempre rifiutato ogni tentazione divistica volendo offrire di sé stessa un'immagine di donna volitiva, sicura e socialmente impegnata. Nel corso della sua carriera ha dato volto e anima a personaggi di donne forti, talvolta realmente vissute, comunque sempre dotate di spiccata personalità e determinate nelle loro scelte. Premiata come migliore attrice protagonista al Festival di Cannes per l'interpretazione di due film di Karel Reisz, Morgan, a suitable case for treatment (1966; Morgan, matto da legare) e Isadora (1968), nel 1978 ha vinto l'Oscar come miglior attrice non protagonista per Julia (1977) diretto da Fred Zinnemann.
Vita - Figlia del noto attore di teatro e di cinema Michael Redgrave, cresciuta in una famiglia di grandi artisti, frequentò fin da bambina il mondo dello spettacolo, dimostrando ben presto di avere ereditato uno spiccato talento per la …

Nico Perrone [Nicola Carlo Perrone]

Nico Perrone (Bari, 27 aprile 1935) è un saggista, giornalista, storico e docente universitario italiano. È autore di venti libri e di una cinquantina di saggi più brevi, apparsi in Italia, Danimarca e Stati Uniti d'America. Ha pubblicato inoltre un migliaio di editoriali e articoli su quotidiani e settimanali italiani e svizzeri.

All'anagrafe, è Nicola Carlo Perrone. Laurea con lode in Storia delle Relazioni Internazionali, borse di studio dello University College Dublin, Irlanda, e dell’Università di Sofia, Bulgaria (Sofiyski Universitet).
All’ENI, a Roma, viene assunto (1961) per studiare le normative straniere del lavoro. Il presidente, Enrico Mattei, lo designa quindi quale esperto nel gabinetto del Ministro per la Riforma della Pubblica Amministrazione (Giuseppe Medici) e membro di commissioni interministeriali di studio (1962-63). Sempre a Roma, diventa responsabile per le partecipazioni azionarie di un’altra holding di stato, l’EFIM. Successivamente ha lavorato a Bari,…

- Giovanni Laterza

Giovanni Laterza (1873 – 1943) è stato un editore italiano, fondatore della Casa editrice Giuseppe Laterza & figli.

Il 10 maggio 1901 annunciò con una lettera circolare l'avvenuta fondazione della casa editrice Giuseppe Laterza & figli, con la quale intendeva proseguire l'attività tipografica e libraria già intrapresa nella città di Putignano undici anni prima.

È noto come il fondatore della casa editrice barese fosse in stretti e solidali rapporti con Benedetto Croce (il loro legame è documentato dall'esistenza di un carteggio avvenuto tra il 1901 ed il 1943), il cui sostegno fu di vitale importanza per la nascita dell'istituto.

- Accardo Salvatore

Accardo Salvatore - Violinista e direttore d’orchestra italiano (n. Torino 1941), originario di Torre del Greco da cui ha ricevuto la cittadinanza onoraria, è considerato il più grande violinista italiano della sua generazione. Dopo gli studi al conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e all’Accademia chigiana di Siena, ha vinto i concorsi internazionali di Vercelli (1955), Ginevra (1956), Siena (1957) e N. Paganini di Genova (1958), affermandosi poi in Italia e all’estero per lo straordinario virtuosismo in un vasto repertorio (da Vivaldi a Bach a Beethoven, da Paganini ai contemporanei). Ideale interprete paganiniano, ha inciso tutti i Capricci e i Sei Concerti per violino e orchestra. Nel 1982 è stato nominato Cavaliere di Gran Croce, massima onorificenza italiana, dal pres. della Repubblica S. Pertini.

Marcello Mastroianni [Mastrojanni]

Marcello Vincenzo Domenico Mastrojanni OMRI (Fontana Liri, 28 settembre 1924 – Parigi, 19 dicembre 1996) è stato un attore italiano.

È stato l'attore italiano più conosciuto ed apprezzato all'estero negli anni sessanta e settanta, soprattutto per le pellicole interpretate in coppia con Sophia Loren e per i ruoli da protagonista nei film di Federico Fellini e Vittorio De Sica.

Attore fra i più polivalenti del nostro cinema, è stato capace di destreggiarsi perfettamente sia nei ruoli drammatici sia in quei comici. Con Vittorio Gassman, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi e Nino Manfredi è stato uno dei "mostri" della commedia all'italiana.

Biografia

Nato nel piccolo paese di Fontana Liri, in Ciociaria, Marcello era figlio di Ottone e Ida Irolle, e nipote del celebre scultore Umberto (fratello di Ottone). La famiglia era originaria di Arpino[2]. Mastroianni trascorre l'infanzia nel paese natale, poi segue la famiglia a Torino e Roma.

Da giovanissimo riesce a lavorare come c…

Ettore Francesco Mario Bassi [Ettore Bassi]

Ettore Francesco Mario Bassi (Bari, 16 aprile 1970) è un attore e conduttore televisivo italiano.

Biografia

Amando fin da piccolo la magia e i giochi di prestigio, decide di studiare per diventare prestigiatore. Dopo aver iniziato a lavorare come animatore nei villaggi turistici, nel 1991 partecipa al programma Piacere Rai Uno e l'anno successivo a Il più bello d'Italia, condotto da Patrizia Rossetti su Rete 4, vincendo il titolo come miglior talento.

Nel 1993 debutta come conduttore nel programma La Banda dello Zecchino. Nel 1994 esordisce come attore nella miniserie tv Italian Restaurant, regia di Giorgio Capitani. Da quel momento e per molti anni alterna il lavoro di conduttore, soprattutto di programmi per bambini, a quello di attore di fotoromanzi, cinema e fiction.

Diventa molto noto interpretando, dal 2002 al 2005, il ruolo del maresciallo Andrea Ferri nella serie televisiva di Canale 5, Carabinieri, diretta nelle prime quattro stagioni da Raffaele Mertes.

Nel 2006 recita da…

- Jatta Giovanni

Jatta Giovanni - Archeologo (Ruvo di Puglia 1767 - Napoli 1844).

Raccolse in Ruvo una preziosa collezione di vasi dipinti greci e italioti, provenienti dalle ricche necropoli della Magna Grecia, specialmente ruvestine.

La collezione, incrementata poi e parzialmente pubblicata (1869) dal nipote Giovanni iunior (n. Ruvo di Puglia 1832 - m. 1895), e tuttora esistente, comprende alcuni pezzi notevoli come il bel cratere attico col mito di Talo, o l'ariballo col mito di Tamiri. Trafugata (1915) fu invece la pur notevole collezione numismatica.

- Giacomo Varingez [Beato Giacomo Illirico da Bitetto]

Giacomo Varingez (Zara, circa 1400 – Bitetto, 1490) è stato un religioso italiano. Noto anche come Beato Giacomo Illirico da Bitetto è stato un frate francescano, il cui corpo è conservato miracolosamente all'interno del Convento del Beato Giacomo a Bitetto (Bari).

Biografia

Il Beato Giacomo, figlio di Leonardo Varingez e Beatrice, nacque a Zara, in Croazia, intorno all'anno 1400. Giunse a Bari per sfuggire all'avanzata turca e qui, cogliendo la vocazione, chiese e ottenne di essere ammesso a far parte dell'Ordine dei Frati Minori con l'anno di noviziato, che compì nel convento di Bitetto, costruito nel 1433. Tranne alcuni trasferimenti e relativa permanenza nei conventi di Cassano Murge, Conversano e Bari, a Bitetto visse per circa quarant'anni, fino alla morte, che avvenne verso la metà del 1496. In questi circa sessant'anni di vita francescana, ha svolto l'umile e preziosa mansione di cuoco, alternandola con la questua porta per porta e l'ufficio d…

- Antonio Gramsci

Antonio Gramsci (Ales, 22 gennaio 1891 – Roma, 27 aprile 1937) è stato un politico, filosofo e giornalista italiano.

Tra i fondatori del Partito Comunista d'Italia (1921), fu incarcerato fra il 1926 e il 1937 dal regime fascista di Mussolini e rilasciato poco prima della morte, avvenuta in seguito al grave deterioramento delle sue condizioni di salute durante gli anni di prigionia.

I suoi scritti – nei quali studiò e analizzò la guida culturale e politica della società – sono considerati fra quelli intellettualmente più originali della tradizione filosofica marxista.

Uno dei suoi contributi principali fu il concetto di egemonia culturale, secondo il quale le classi dominanti della società capitalista forzano la classe lavoratrice ad adottare i propri valori, con l’obiettivo di rinsaldare lo Stato intorno a un "senso comune" imposto.

Biografia

In Sardegna

Antonio Gramsci nacque ad Ales, nei pressi di Oristano,[1] da Francesco (1860-1937) e Giuseppina Marcias (1861-1932). Fran…

- Paolo Mieli

Paolo Mieli (Milano, 25 febbraio 1949) è un giornalista italiano.
Biografia

Figlio di Renato Mieli, muove i primi passi nella carta stampata da giovanissimo: a 18 anni lavora a L'espresso, dove rimarrà per circa vent'anni.

La militanza in Potere Operaio, movimento politico sessantottino della sinistra extraparlamentare, influenza i suoi esordi.

Nel 1971 fu tra i firmatari dell'appello pubblicato sul settimanale L'espresso contro il commissario Luigi Calabresi e di un altro pubblicato ad ottobre su Lotta Continua in cui esprimeva solidarietà verso alcuni militanti e direttori responsabili del giornale inquisiti per istigazione a delinquere a causa del contenuto violento di alcuni articoli, impegnandosi a «combattere un giorno con le armi in pugno contro lo Stato».

La sua idea di giornalismo si modifica col passare degli anni: da posizioni estremiste, Mieli passa presto a toni moderati durante gli studi di storia moderna all'Università, dove i suoi maestri sono Rosario R…

- Don Tonino Bello [Antonio Bello]

Antonio Bello, meglio conosciuto come don Tonino (Alessano, 18 marzo 1935 – Molfetta, 20 aprile 1993), è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia

Figlio di un carabiniere e di una casalinga di una famiglia del basso Salento, trascorse l'infanzia in un paese ad economia agricola ed impoverito dall'emigrazione. Assistette alla morte dei fratellastri e del padre.

Dopo gli studi presso i seminari di Ugento e di Molfetta, don Tonino venne ordinato sacerdote l'8 dicembre 1957 e incardinato nella diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca. Due anni dopo conseguì la licenza in Sacra Teologia presso la Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale e nel 1965 discusse presso la Pontificia Università Lateranense la tesi dottorale intitolata I congressi eucaristici e il loro significato teologico e pastorale.

Nel frattempo, gli era stata affidata la formazione dei giovani presso il seminario diocesano di Ugento, del quale fu per 22 anni vice-rettore. Dal 1969 fu anche assistente dell…

- Fortunato Bellonzi

Fortunato Bellonzi (Pisa 1907 – Roma 1993). Personaggio di grande cultura, Fortunato Bellonzi è stato, tra l’altro, Segretario Generale della Quadriennale d’Arte di Roma dal 1951 al 1983 realizzando edizioni di rilievo; sempre per la Quadriennale ottiene nel 1960 il Prix de Paris. Dal 1963 è Accademico di San Luca.
Numerosissime le sue pubblicazioni, tra cui: La commedia dell’anima (1982), Le studentesche (1930), un saggio su Martinetti ( 1929), l’Architettura, la pittura e la scultura dal Neoclassicismo al Liberty (1978).
Come pittore è presente in due mostre sindacali e in due mostre futuriste a Firenze. Nel 1931 realizza disegni e dipinti tra Futurismo e Novecentismo. Nel 1935 crea i bozzetti per i costumi del famoso Gioco del Ponte, la più antica e prestigiosa rievocazione storica pisana. Intensa è la sua partecipazione alle mostre della Casa di Dante in Abruzzo, a Torre dei Passeri. Critico d’arte per numerosi giornali, tra cui Il Tempo, ne collabora alla terza pagina sino alla mor…

- Diego Abbattantuono

Diego Abatantuono nasce il 20 maggio 1955 a Milano, presso il quartiere popolare del Gianbellino (periferia sud-ovest). Il padre Matteo, di origine pugliese (Vieste), è calzolaio; la madre Rosa è milanese, e lavora come addetta al guardaroba al Derby, storico locale meneghino (di proprietà degli zii), prima circolo jazz, poi teatro di cabaret, trampolino di lancio di molti nomi e volti noti dello spettacolo italiano.

La storia di Diego Abatantuono è così legata a questo locale perchè fin da piccolo ha l'opportunità di frequentarlo; gli scarsi risultati scolastici portano il giovane Diego a cercare presto un lavoro. Lo zio lo introduce al Derby come addetto alle luci e direttore di scena: così, da assiduo spettatore Diego diviene un membro del club a tutti gli effetti ed entra in contatto con i cabarettisti; tra gli altri a quel tempo vi erano Massimo Boldi, Teo Teocoli, Gianfranco Funari e Enzo Jannacci.

Per divergenze di opinioni con lo zio, nel 1972 Diego lascia il locale. Torna…

- Mastroianni Umberto [Mastrojanni]

Mastroianni Umberto - Scultore e incisore italiano (Fontana Liri 1910 - Marino 1998). Trasferitosi a Torino (1926), frequentò lo studio di M. Guerrisi. Successivamente partecipò alla Resistenza con un forte impegno che animò molti dei suoi lavori successivi: Monumento al partigiano (Cimitero Generale di Torino, 1946), Monumento ai partigiani del Canavese (collocato a Valperga nel 1969), Monumento alla Resistenza a Cuneo (1964-69), Monumento ai caduti di tutte le guerre a Frosinone (1970-77), Monumento alla pace per la città di Cassino (progetto del 1971-72). Dopo una fase improntata a una ricerca informale e materica, con il monumento di Cuneo si fece più marcato l'interesse per un'articolazione volumetrica serrata; le opere successive mostrano un più complesso congegno di volumi contrapposti. Del 1994 è l'inaugurazione della cancellata scorrevole in bronzo Odissea Musicale, per il Teatro Regio di Torino; un anno dopo, M. realizzò a Cumiana un bassorilievo in bronzo in ono…

- Omodeo Adolfo

Omodeo Adolfo - Storico italiano (Palermo 1889 - Napoli 1946). Dedicatosi dapprima alla storia delle origini del cristianesimo, O. si è poi rivolto alla storia del Risorgimento, dei rapporti fra cattolicesimo e civiltà moderna nel sec. XIX e a discussioni metodologiche e storiografiche, attraverso studi notevoli per acume critico e finezza di analisi.
Vita. Dapprima insegnante nelle scuole medie, in seguito prof. di storia antica nell'univ. di Catania (1923), poi (dal 1923) di storia della Chiesa nell'univ. di Napoli. Avvenuto il colpo di stato del 25 luglio 1943, fu nominato rettore dell'univ. di Napoli (1° sett.), ma dovette fuggire dalla città in seguito all'occupazione germanica. Riassunta la carica di rettore il 2 ottobre 1943, venne in essa riconfermato per elezione del corpo accademico nel febbraio 1944. Nella sua attività politica fu esponente del Partito d'azione nel CLN di Napoli, e come ministro dell'Istruzione, nel gabinetto di coalizione dell'ap…

- Petruzzellis Nicola

Petruzzellis Nicola - Filosofo (Trani 1910 - Roma 1988), prof. di filosofia teoretica nelle univ. di Bari (1951-58) e di Napoli (dal 1959); fondatore e direttore delle riviste Noesis (1946-47) e Rassegna di scienze filosofiche (dal 1948). Dalla critica dell'idealismo (L'idealismo e la storia, 1936, 3a ed. 1957; L'estetica dell'idealismo, 1942, 2a ed. 1950) pervenne a una concezione affermante, da una parte, la realtà ontologica dell'uomo e, dall'altra, quella dei valori, i quali, anche se originariamente radicati nell'"essere", assumono, nel processo spirituale dell'uomo, il ruolo del "dover essere" (Il valore della storia, 1939, 3a ed. 1966; Filosofia dell'arte, 1944, 3a ed. 1964; I problemi della pedagogia come scienza filosofica, 1948, 5a ed. 1962; I valori dello spirito e la coscienza storica, 1949, 3a ed. 1965; Lineamenti di filosofia politica, 1949, 2a ed., 3 voll., 1966; Sistema e problema, 1954, 2a ed. 1967; Meditazioni c…

- Scacchi Arcangelo

Scacchi Arcangelo - Nacque a Gravina il 1810. Iniziò gli studi nel seminario di Gravina e poi continuò a bari; nel 1830 si laureò in medicina a Napoli.

Nel frattempo si dedicava con successo agli studi di scienze naturali.

Nel 1842 fu nominato professore di mineralogia e poi di geologia; fu anche direttore del Museo Nazionale dell’Università di Napoli, preside della Facoltà di Scienze, rettore magnifico della stessa università di Napoli.

Non si occupò mai di politica, tuttavia per i suoi meriti di scienziato, appena le provincie meridionali entrarono a far parte del Regno d’Italia (con regio decreto del 20 Gennaio 1861) fu nominato senatore.

Durante la sua vita pubblicò molte opere scientifiche, frutto dei suoi studi e ricerche. Con la pubblicazione della “Lettera al sig. D.Carlo Tarantino sui vari testacei Napoletani” meritò il primo riconoscimento internazionale da parte della “Società Cesarea dei Naturalisti” di Mosca e la nomina di socio della”società Economica della provincia di Bari…

- Donato Jaja

Il prof. Donato Jaja, morto a Pisa la sera del 15 marzo 1914 fu uno dei pochissimi scolari di Bertrando Spaventa che nel ventennio, successo alla sua morte, d’abbandono d’ogni alto problema filosofico e di sorda interruzione, durante l’imperversare del positivismo, di quel lavoro critico che, dopo la grande fioritura metafisica della prima metà del sec. XIX, era stato vigorosamente avviato dal filosofo napoletano, mantennero viva con un amore e una fede, che il mondo non seppe, la nuova luce che il maestro aveva accesa nel pensiero italiano, per tramandarla ad una generazione più favorita dai bisogni e dalle tendenze generali degli spiriti a riprendere il lavoro interrotto. Un amore non sorretto da plausi od onori, alimentato nel silenzio della propria anima, gelosamente schivo d’ogni contatto con l’avversa o indifferente cultura contemporanea, dignitosamente e modestamente raccolto nel senso profondo della vanità degli sforzi con cui s’era creduto e si credeva sempre di superare i te…

- Alfredo Chighine

Cenni biografici - Alfredo Chighine - Milano 1914 - 1974 Pisa

Nasce a Milano il 9 marzo 1914 da padre sardo immigrato e da madre lombarda. Le disagiate condizioni economiche lo obbligano a entrare ancor in giovane età in fabbrica come operaio; nei primi anni Trenta gli riesce comunque di iscriversi all’Umanitaria, una scuola per la formazione professionale, dove, con Francese, frequenta il corso per incisori; segue poi, sia pure irregolarmente, il corso serale di lavorazione dei metalli che si tiene a Monza.

Del principio anni Quaranta è una serie di sculture che rivelano l’influenza sia di Arturo Martini che della scultura romanica: ciò che lo interessa non è la resa psicologica dei personaggi, bensì l’impianto strutturale-architettonico, l’articolazione spaziale delle masse.

Nel 1945 si iscrive al corso di scultura tenuto da Manzù presso l’Accademia di Brera, ma le sue preferenze stanno ormai orientandosi risolutamente verso la pittura dove Chighine sembra sempre più attratto, espressi…

- Emmanuele De Deo

Emmanuele De Deo (Minervino Murge, 11 giugno 1772 – Napoli, 18 ottobre 1794) è stato un patriota italiano. Operò nelle agitazioni politiche che prepararono la Repubblica Napoletana del 1799.

Biografia

Appartenente a famiglia facoltosa di Gioia di Bari (l'attuale Gioia del Colle), fu educato nel collegio degli Scolopi a Napoli.
Aderì agli ideali della Rivoluzione Francese, si iscrisse alla massoneria nel 1792 e collaborò con il fondatore della Società Giacobina napoletana, Carlo Lauberg.
In una cena, tenutasi a Gioia il 6 dicembre 1793, il giovane De Deo ebbe espressioni minacciose nei confronti del re Ferdinando IV e con un coltello ne minacciò l'effige. La delazione di un sacerdote presente, fece aprire un'inquisizione e il 9 maggio 1794 il De Deo venne incarcerato insieme ad altre persone (tra cui Vincenzo Galiani e Vincenzo Vitaliano).
Intimatogli di denunciare i compagni per aver salva la vita - nel sistema borbonico la delazione in cambio della commutazione della pena o de…

- Gaston Orellana

Gaston Orellana - Valparaiso, 18 Luglio 1933 - è un pittore spagnolo

Gaston Orellana è uno dei più significativi artisti spagnoli dell'ultimo dopoguerra. Nato a Valparaiso, in Cile, da antica famiglia spagnola dell'Estremadura, resta profondamente legato all'identità della spagnola terra di origine, anche se scorrendo l'intenso percorso della sua vita e della sua opera balza con evidenza il carattere di un internazionalismo culturale che riesce a comporre in una profonda unità operativa le più diverse esperienze che hanno segnato la sua avventurosa esistenza, condotta fra America Latina, Spagna, Stati Uniti e Europa.

Orellana studia Belle Arti alla Escuela Experimental de Educación Artistica nella capitale Santiago e poi continua alla Escuela de Bellas Artes de Viña del Mar. Nel 1954 Orellana incontra Pablo Neruda con chi mantiene un'intensa amicizia fino alla morte del poeta. Gli studi archeologici all'Universidad de Chile lo portano ad approfondire le component…

- Giuseppe Banchieri

Biografia di Giuseppe Banchieri
Nato a Milano nel 1927, morto nel 1994 ai Ronchi di Massa Carrara, Giuseppe Banchieri, compie studi classici a Firenze e si dedica alla pittura iscrivendosi all'Accademia di Belle Arti del capoluogo toscano per proseguire la formazione a Milano, ai corsi di Aldo Carpi in Accademia di Brera. Gli viene assegnata una borsa di studio per Segovia dove espone alla mostra del Premio internazionale di pittura del 1955. Del 1956 è la prima personale alla Galleria Pater di Milano, con presentazione di M.De Micheli. Nel 1957 vince il Premio San Fedele. Lavora accanto agli artefici del Realismo esistenziale Guerreschi, Ceretti, Romagnoni e con Vaglieri e Ferroni. Espone alle Biennali di Venezia del 1958 e 1962 (Premio Ginori) e alle Quadriennali romane del 1959, 1965, 1972; nel 1959 alla Biennale di Parigi e alla III Biennale del Mediterraneo ad Alessandria d'Egitto. Nel 1960 è premiato al Festival dei giovani a Mosca; nel 1961 alla Biennale del Mediterraneo…